Ciao ragazze!

Sapete che qui in redazione siamo super sincere con voi quindi vi diremo la verità: prima di leggere il libro di Jack Nobile, Il bello viene oggi (Sperling&Kupfer) sapevamo davvero poco su di lui. Ok, lo seguivamo su Instagram e abbiamo visto qualche suo video su Youtube, ma solo leggendo le sue pagine abbiamo scoperto che le magie più belle Jack le fa con le parole, perché è riuscito ad emozionarci e ad insegnarci qualcosa di prezioso.

VI STATE CHIEDENDO COSA?

Leggete qui sotto la trama del libro e la nostra intervista a Jack Nobile!

LA TRAMA

«Non hai manualità, non farai niente nella vita.» È il giorno del compleanno di Jack e il padre, vedendo che non riesce a sistemare il suo motorino, lo rimprovera così. La frase arriva in un momento buio: la scuola non va, con i compagni non lega, ha tanti sogni che non lo portano da nessuna parte. E allora? La risposta arriva inattesa nell’estate di Lignano: Jack si imbatte in un giovane mago che si esercita per strada, conquistandosi lo sguardo e lo stupore. Questo voglio fare, regalare attimi di meraviglia, decide Jack, e inizia a leggere, studiare, provare e riprovare senza sosta.Della scarsa manualità si dimentica, e in poco tempo si rivela bravo, anzi bravissimo, perché quando c’è la vera passione, il resto viene da sé. Apre anche un canale YouTube, che diventa presto un punto di riferimento per migliaia di fan e appassionati. In questo libro Jack Nobile per la prima volta racconta tutto di sé: l’infanzia, l’amore, le cadute, i desideri, il legame viscerale con la sua arte, e le tante cose, semplici e profonde, che ha imparato nel suo percorso, e che valgono per tutti noi. E in più ci regala il segreto dei cinque giochi che lo hanno fatto innamorare della magia… perché si sa, la passione è contagiosa!

L’INTERVISTA

Ci racconti com’è nata l’idea del tuo libro, “Il bello viene oggi”?

All’inizio non avevo intenzione di scrivere, però poi una ragazza mi ha contattato dicendomi che la casa editrice Sperling & Kupfer avrebbe voluto fare un libro con me: “Jack noi vogliamo che motivi le persone, che le aiuti ad andare avanti in questa vita, perché si sa, vivere non è facile per nessuno. Abbiamo visto alcuni tuoi video e siamo affascinati da come la magia, quest’arte, abbia cambiato il tuo essere. Vogliamo che racconti una storia, la tua, vogliamo sentire i tuoi pensieri, quello che non hai mai detto da nessuna parte, lo vogliamo scrivere, vogliamo che insegni qualche magia ai ragazzi, e vogliamo che alla fine del libro le persone, ragazzi e ragazze, si sentano diversi da quando lo hanno iniziato a leggere. Contiamo su di te!”. Questa è stata l’idea. L’idea di motivare le persone e di parlare della mia esperienza. Ho capito che se vuoi qualcosa, qualunque cosa nella vita, se lavori su te stesso allora qualunque cosa è possibile. Se si vive con quest’idea allora è possibile anche fare un libro! 🙂

È bellissima la tua foto con il fiore di loto in copertina: ci spieghi il significato?

Certo! Il fiore di loto è un fiore che nasce in oriente, e sapete da dove nasce? Dal fango, ed è il fiore più bello dell’oriente, più puro. Ecco il fiore di loto è il mio simbolo, che rappresenta il cambiamento, non importa quanto duro sia stato il tuo passato, puoi sempre ricominciare da capo diceva il Buddha. E il fiore di loto racchiude nella sua immagine la purezza e la bellezza che nasce dallo “schifo”.

Sappiamo che la magia ti ha cambiato la vita: ci racconti quando l’hai incontrata per la prima volta?

La primissima volta che ho incontrato la magia è stato con mio zio. Mi ha mostrato un gioco dove indovinava la carta che io sceglievo senza guardarla. E la mia reazione è stata subito: “Impossibile, voglio farlo anche io”. Da piccolo ero convinto che se fossi diventato un mago sarei stato in grado di fare ogni cosa, ed è proprio quello che è successo! Il secondo incontro è stato quando ho visto un ragazzo orientale fare delle magie in mezzo alla strada. Mi ha detto: “Tieni una pallina e soffia”. Io ho aperto la mano e mi sono ritrovato dodici palline. È stato magico, pazzesco, tutte le volte che ripenso a quel momento mi ricordo del perché faccio magia, perché voglio che le persone provino le sensazioni che ho provato io.

 

Quali sono stati i punti più difficili da scrivere ne Il bello viene oggi? E quali, invece, i più divertenti?

A dire il vero di difficile nessuno, anzi è stato bello sempre, perché più scrivevo e più avevo cose da dire e più mi dicevo: “Ma guarda te, anche questa hai fatto!”. Quelli più divertenti sicuramente la parte dove parlo del mio incontro con la magia, dei miei tentativi di avvicinare la gente per strada. Però scrivere questo libro mi ha liberato, è stato quasi terapeutico.

Nel libro ci racconti anche il cammino di consapevolezza che hai percorso nell’ultimo anno e mezzo, è bellissimo: se dovessi racchiuderlo in una frase quale sarebbe?

Lo racchiuderei in questa mia frase: “La felicità l’abbiamo quasi sotto il naso, e se non la troviamo è proprio perché la stiamo cercando fuori e non dentro di noi”. Questo ho capito: che non si può sempre essere felici.

Che consiglio daresti ad una tua fan che vorrebbe cambiare tutto della sua vita?

Le direi che ci sono due errori che si possono fare nel cammino verso il cambiamento e la verità: 1) non andare fino in fondo e 2) non iniziare.

Che progetti hai per il futuro?

Non pianifico le cose, non ho progetti, vivo al meglio l’oggi, mi godo le cose, sia belle che quelle meno belle. Cerco di fare il meglio per me stesso ogni giorno. Non si vive per obiettivi. L’obiettivo è nel futuro, tu sei qui adesso. Ma sicuramente posso dirti una cosa, che voglio viaggiare il più possibile, e cercare altra gente sul mio stesso cammino verso la verità, perché quando si incontra qualcuno che percorre il viaggio verso la luce e la verità, è come aver trovato un fratello. Io voglio conoscere gente così.

Francesca Tripodi

Questo mese in edicola

 

Ogni mese TOP GIRL ti aspetta in edicola con interviste esclusive ai tuoi big, poster, tante news sulle tue celebs preferite, test, beauty tutorial, fashion trend, consigli psico e sex e... un oroscopo che ci becca!

 Instagram

Segui Top Girl Magazine
su Snapchat!


Avvia l'app, inquadra il logo, tieni premuto
qualche secondo e seguici!

ANNA, “BALAKLUB – what up” è il suo nuovo singolo

Il nuovo singolo di ANNA è uscito! Classe 2003 con oltre 550 mila follower su Instagram, ANNA in soli due anni si è imposta come una delle rapper più autorevoli del panorama italiano. Il tutto grazie a un primo singolo bomba, quel Bando che ha ottenuto un successo...

Record per il video di Easy on me di Adele

Video da record per ADELE Viaggia spedito verso 200 milioni di visualizzazioni su Youtube il video di Easy On Me (GUARDA QUI), il singolo di Adele che ha lanciato lo scorso 19 novembre il suo nuovo album di inediti intitolato 30. ll video, ambientato nella stessa casa...

Annalisa, le date del tour di marzo

Tutte le date del tour di ANNALISA “Non vedo l’ora di vivere una festa come desidero da molto tempo, senza compromessi e senza mezze misure e proprio per questo motivo abbiamo preso la decisione di aspettare ancora qualche mese”. Così Annalisa annuncia il suo prossimo...

Mirabilandia, continuano le black Friday Weeks

Occasioni da prendere al volo per Mirabilandia Dal 19 novembre al 1° dicembre Mirabilandia, il Parco divertimenti più grande d’Italia, lancia le Black Friday Weeks.  Una grande occasione per acquistare gli abbonamenti a Mirabilandia e Mirabeach alle migliori offerte...

Il mio rifesso, il nuovo singolo di Malerba

La superstar di TikTok MALERBA pubblica un nuovo singolo Il nuovo singolo di Malerba si intitola Il mio riflesso ed è dedicato a suo fratello, Tommaso, protagonista spesso dei suoi video su TikTok. “Il mio riflesso è mio fratello” – ha dichiarato Malerba. “Il brano...

Esce Mio fratello è un gigante, il libro di Luigi Mastroianni

"Mio fratello è un gigante", un inno alla vita, al coraggio e all'amore fraterno Salvo e Luigi sono due fratelli che ne hanno passate tante, ma non si sono mai arresi. Le cose per loro non sono sempre state facili: Salvo è nato con un cromosoma in più, e all'inizio la...