Alessio---Julian-Hargreaves-IMG_9880

Alessio Bernabei Credit: Julian-Hargreaves

Ciao ragazze!

Il nuovo album da solista di Alessio Bernabei è finalmente uscito!!! Emozionate? Noi sì, tantissimo 🙂 Anche perché abbiamo incontrato l’artista proprio qualche giorno fa: volevamo semplicemente saperne di più sul suo nuovo disco e sui progetti futuri… ma ci siamo ritrovate letteralmente a bocca aperta di fronte ad un artista a tutto tondo, ad un ragazzo che vive di musica, e che è caduto e si è rialzato proprio grazie a lei! Curiose di saperne di più? Leggete qui sotto! 

D: Ciao Alessio, raccontaci del tuo nuovo album… 

R: È il mio primo album da solista, ho cancellato un po’ di cose del mio passato e ho deciso di aprire questo nuovo capitolo. Ne ho seguito la lavorazione passo per passo – insieme a Fausto Cogliati. Per questo è un disco che sento molto mio: ci ho messo impegno, ci ho messo il cuore.

*Ascoltiamo in anteprima “io e te = la soluzione” – che devo dire è davvero pazzesca.*

D: Quali sono i tuoi artisti e repertori di riferimento?

R: Per il mio ultimo album ho esplorato un mondo molto internazionale; mi sono ispirato a molti artisti: Justin Bieber, Ellie Goudling, Zayn Malik..

Inoltre, come canta autori italiani, mi piacciono anche: Vasco Rossi, De Gregori, Modugno.

*Ascoltiamo “Fra le nuvole” – testo e musica scritti da Alessio*

D: Parlaci di “Fra le nuvole”.

R: “Fra le nuvole” è il brano che ho scritto interamente io – musica e testo – e che racconta qualcosa che ho vissuto veramente addosso. L’ho scritto in onore di una persona che ho amato e che adesso non c’è più nella mia vita. E’ la ballad del disco.

Un giorno vorrei poter incidere un album totalmente scritto da me, mi piacerebbe diventare un canta autore e non più solo un interprete.

1Alessio---Julian-Hargreaves-IMG_0013

D: Durante i tuoi prossimi live cosa dobbiamo aspettarci dal punto di vista della sonorità?

R: Oltre ai brani di “Noi siamo infinito” porterò anche parte del mio passato – che per me rimane importante. Le canzoni a cui il mio pubblico è affezionato maggiormente e che ho scritto, le riproporrò durante i live.

D: Quando, durante il tuo percorso, ti sei reso conto di dover cambiare rotta e intraprendere la strada da solista?

R: Con i Dear Jack, facevamo tutt’altro genere e la band l’avevamo creata io e il chitarrista poco prima di entrare ad Amici. Facendo il cantante con loro non riuscivo a provare benessere, non c’era neanche equilibrio tra noi. Così di comune accordo ci siamo divisi e quindi, lì ho capito che il mio futuro lo volevo scrivere da solista.

D: Come ti comporterai da solista, sul palco dei prossimi live?

R: Sono molto felice di ricominciare dai live, perché un artista è proprio lì che esprime tutto se stesso. Il mio pubblico troverà l’Alessio di sempre in questo Tour, ma saprò esprimermi al meglio. Suonerò alcuni brani e ci saranno anche delle percussioni sul palco con cui mi divertirò un sacco.

D: Puoi dirci alcuni ospiti che ci saranno con te, sul palco?

R: Ci saranno Benji e Fede, con cui ho collaborato per il brano “Mano a mano” – ci sarà Briga con cui condivido il secondo posto ad Amici e visto che lui mi invitò ai suoi live, voglio ricambiare il favore. I mitici Zero Assoluto con cui sono andato a Disneyland e me la sono spassata – e Fred de Palma con cui ho collaborato per un brano dell’album e che considero artisticamente molto forte.

D: Ti sei trasferito a Milano, adesso che stai da sette mesi con la Warner?

R: Non ancora, praticamente vivo in hotel perché sto qui per la maggior parte del tempo. Anche le relazioni amorose le ho vissute – quasi tutte – in hotel!

D: Quando hai scelto la strada da solista, cos’è successo con i tuoi fan? I social che ruolo hanno avuto?

R: All’inizio è stata molto dura, anche perché la band ha continuato a vivere e le persone mi hanno preso come il “cattivo”. Sui social mi hanno demolito – poi però mi sono risollevato grazie anche al fatto che i fan avessero capito questa mia voglia di esprimermi per conto mio. Alla fine hanno detto: “è sempre l’Alessio che amavamo”. Adesso, lasciamo che la musica faccia i fatti!

D: È stato più difficile il passaggio dalla band a solista o il passaggio da un genere musicale all’altro?

R: In realtà sono avvenuti contemporaneamente perché passando a solista ti accorgi di poter cambiare anche genere. Ho avuto la libertà di uscire dai canoni stilistici.

D: Ti sei presentato anche a X-Factor, ma non ti presero. Perché?

R: Feci X-Factor nel 2011, quando avevo diciannove anni. Alla prima audizione mi diedero quattro sì, ma poi ai Boot Camp non mi presero.

C’erano Simona Ventura, Morgan, Arisa e Elio come giudici – e quando mi dissero di non avermi preso mi crollò il mondo addosso. Ma poi con Amici è arrivato il resto!

D: Per presentare in anteprima il tuo disco parti da Roma e Milano, c’è un preciso motivo?

R: L’idea di far partire il “live” in queste due città è perché voglio ricominciare da capo. E’ un pre-tour che voglio fare, partendo dal basso. Poi per il tour che ci sarà in estate/autunno le location e le date saranno maggiori.

COVER-NOI-SIAMO-INFINITO---ALESSIO-BERNABEI

D: Pensi che Sanremo ti sia servito per farti conoscere da chi ancora non ti conosceva?

R: Alcuni avranno detto: “quello dei Dear Jack” quando hanno sentito il mio nome! Ma ho seguito molto sui social e anche degli adulti hanno apprezzato la mia musica, nonostante prima non gli piacessi.

D: Sei preoccupato che il tuo nuovo album non possa piacere?

R: Un po’ di timore c’è – è normale quando si ricomincia da capo! Ma credo che le fan apprezzeranno. D’altra parte il singolo Noi siamo infinito da cui prende il nome il disco, ha riscosso molto successo!

Ecco la Tracklist del nuovo album di Alessio Bernabei: Noi siamo infinito

1- Noi siamo infinito

2- Mondo piccolo

3- Io e te = la soluzione

4- L’amore cos’è

5- La tua pelle bianca senza nei

6- Scordare noi

7- Obbligo e verità

8- Due giganti

9- Nell’istante di un addio

10- Fra le nuvole

11- Noi siamo infinito (acoustic version)

12- A mano a mano ft. Benji e Fede

 

Martina Cassigoli