coverworkRihanna è così: imprevedibile. Quindi non c’è da stupirsi se, mercoledì scorso, ha pubblicato a sorpresa il singolo Work, che vede la partecipazione del rapper Drake, ma soprattutto ha finalmente annunciato l’uscita del suo attesissimo album, Anti (già disponibile in versione digitale e dal 5 febbraio in versione fisica). 

image001Molto particolare la cover di Anti, che raffigura una giovane ragazza con una corona d’oro che le copre gli occhi e un palloncino nero legato al suo polso. La cover posteriore, invece, ritrae la stessa giovane ragazza di spalle. Su entrambi i dipinti, così come su altre opere che comporranno l’artwork, l’artista contemporaneo israeliano Roy Nachum, autore dell’opera, ha inciso in Braille (un sistema di scrittura e lettura a rilievo per non vedenti) testi di poesie di Chloe Mitchel.

Si tratta della prima volta in cui un album musicale sperimenta la scrittura Braille come parte essenziale del lavoro, permettendo così anche alle persone non vedenti di vivere l’intero album attraverso il tatto. “Roy vede le cose oltre la superficie e per questo ho deciso di collaborare con lui”, ha detto Rihanna. “Ha dato al mio lavoro la sua interpretazione fornendo l’esatto messaggio che volevo lanciare anche io. L’idea del Braille nasce dal fatto che spesso le persone che hanno la vista possono anche essere quelle più cieche”. 

image002Nel frattempo sta per partire l’Anti World Tour, il tour mondiale (35 date negli Stati Uniti e in Canada tra febbraio e maggio e 24 concerti in Europa tra giugno e luglio) che farà tappa anche in Italia il prossimo 13 luglio allo Stadio San Siro di Milano.